ALGERIA DELL'OVEST: ORANO, TLEMCEN E LE OASI DELLA SAURA

ALGERIA | ALGERIA DELL'OVEST: ORANO, TLEMCEN E LE OASI DELLA SAURA

A partire da 3250 €

DURATA
PARTECIPANTI
10 Giorni (9 Notti) Minimo: 9 / Massimo: 16
DATA PARTENZA
LA PARTENZA E'
21 Febbraio 2025
07 Novembre 2025
07 Marzo 2025
25 Aprile 2025
17 Ottobre 2025
PREZZI A PARTIRE DA:
Quota base individuale
3250 €
Un nuovo tour, esclusivo Kel 12, che attraversa un’ampia regione del Paese più grande d’Africa, per conoscerne gli aspetti più coinvolgenti. Dopo aver fatto sosta e visitato Algeri la “bianca”, con i suoi eleganti palazzi in stile art nouveau, ci trasferiamo in pieno Sahara occidentale, nell’ “Oasi Rossa” di Timimoun. Cominciamo dal punto più a sud del nostro itinerario, dove inizia il Grande Erg Occidentale,

Perché Noi

  • Un nuovo tour, ideato da Kel 12, per scoprire il poco noto Ovest dell'Algeria.
  • Orano e Tlemcen, dove l'arte araba si fonde con lo stile andaluso.
  • Raggiungere Timimoun, e percorrere la via delle oasi in 4x4.
  • Scoprire il Grande Erg Occidentale.
  • Sostare sul mare a Tipasa e visitare la città romana che si perde nel Mediterraneo.
  • Viaggio in pensione completa.
  • Esperto Kel 12 a partire da 8 partecipanti e guida locale di lingua italiana.

I nostri Esperti

Day by Day

Giorno 1

Italia - Algeri

 Partenza da Milano per Algeri. All’arrivo accoglienza da parte dello staff locale e visita della capitale, la città bianca, con i suoi viali, i suoi palazzi francesi e gli edifici di architettura moresca. Passeggiata lungo l’elegante lungomare della città, costruito dai francesi nei primi anni del 1900 in perfetto stile art nouveau. I grandi viali alberati, le facciate dei palazzi decorate con elementi floreali, i portici che guardano sul mare, fanno di Algeri una città gradevolissima da visitare a piedi. Da notare la bella Place des Martires e l’edificio della Grande Poste,
Giorno 2

Algeri - Timimoun. L'Oasi Rossa al centro della Gourara

Dopo la prima colazione trasferimento all’aeroporto di Algeri per il volo diretto sul piccolo aeroporto di Timimoun. Trasferimento in hotel e pranzo in ristorante tipico locale. Nel pomeriggio andiamo alla scoperta del punto più a sud del nostro itinerario, dove inizia il Grande Erg Occidentale. Ci troviamo al centro della Gourara, una delle zone più autentiche e affascinanti del Sahara ricca di enormi dune di sabbia, spettacolari granai fortificati (ksour) e oasi che si susseguono una dopo l’altra grazie all’ingegnoso sistema idrico delle foggara. Timimoun ne è il capoluogo. Da
Giorno 3

Timimoun. Il circuito della Sebka e la pista degli ksour

Dopo la prima colazione partenza per un’intera giornata dedicata al circuito della sebka, un antico lago ormai asciutto ma che in passato permise lo sviluppo di numerosi villaggi fortificati lungo le sue sponde: alcuni sono sopravvissuti fino ad oggi. Con i fuoristrada lasciamo le piccole case di Timimoun per introdurci in zone sabbiose, piccole dune e wadi, formazioni rocciose più fantasiose. Sicuramente ci lasceremo suggestionare dalla visione delle sabbie, dalle formazioni di roccia che si elevano tra le dune, dalla terra fatta fango che orna le architetture delle oasi che raggiungeremo.
Giorno 4

Timimoun - Béni Abbès. L'Oasi Bianca nella Valle della Saura

Iniziamo oggi la parte “avventurosa” dell’itinerario, alla scoperta del Grande Erg Occidentale, dove le mappe geografiche presentano colori che si mescolano con quelli su cui spicca la parola Sahara, che qui è caratterizzato da ampie zone sabbiose, piccole dune e wadi, oltre a innumerevoli formazioni rocciose fantasiose. Seguiremo l’antico corso del fiume Saura, oggi uno wadi intermittente che però in alcuni punti ha ancora acqua che scorre e che ha permesso possibile la vita nelle oasi. Attraversiamo la depressione del Gourara, duecento metri sotto il livello marino. Lungo il
Giorno 5

Béni Abbès - Taghit. L'Oasi Incantatrice tra le dune

Dopo la prima colazione si riprende la strada in direzione di Taghit, l”Incantatrice", una delle oasi più belle del Grande Erg Occidentale. Sovrastata da un’enorme duna e caratterizzata da piccole case di fango, dall’antico ksar e da un rigoglioso palmeto, Taghit non smette di affascinare. Scopriremo il centro storico, un gioiello architettonico costruito nell'XI secolo dove alcune vecchie case sono state restaurate. Uscendo dall’abitato andremo a vedere incisioni rupestri che rappresentano alcuni animali o scene quotidiane dell'uomo primitivo, risalenti al 40.000 a.C. cica. Tempo
Giorno 6

Taghit - Béchar - volo per Orano

In mattinata visita al palmeto di Taghit, poi trasferimento a Béchar per il volo diretto ad Orano, dove l’arrivo è previsto nel primo pomeriggio. Trasferimento in hotel per il deposito bagagli e una breve rinfrescata. Successiva passeggiata nel centro storico della città, la seconda più importante dell'Algeria dopo la capitale. Davanti al municipio noteremo due statue di leoni in bronzo, realizzati dai francesi nel 1888 per ricordare l’origine del nome della città, che stando alla tradizione deriverebbe dal berbero wa - iharan (luogo dei leoni). Stando alla leggenda, nel medioevo,
Giorno 7

Orano. Visita della città più spagnola dell'Algeria

Intera giornata dedicata alla visita di Orano, la più occidentale e spagnoleggiante dell’Algeria. Fondata nel 903 dai berberi sui resti di un insediamento romano e bizantino, Orano conobbe un periodo di prosperità sotto i califfi almohadi quando la Spagna era araba ed il suo porto la collegava all’Andalusia. Conquistata dai castigliani nel 1509, restò sotto la sovranità spagnola durò fino al 1792, quando fu riconquistata da una coalizione di truppe algerine. Le visite cominciano dalla sommità del Jebel Murdjadjo dove si trova il forte di Santa Cruz, costruito nel 1563 da Álvaro de
Giorno 8

Orano - Tlemcen - Orano. La perla del Maghreb

Dopo la prima colazione partenza in direzione di Tlemcen, città cui vengono attribuiti titoli diversi tra cui “Perla del Maghreb”, “Granada africana” e “Medina dell'Occidente”. Ex capitale del Maghreb centrale, la città è un mix di influenze berbere, arabe, andaluse, ottomane e occidentali. Da questo mosaico di influenze, la città deriva il titolo di capitale dell'arte andalusa in Algeria e conserva il 60% dell’arte islamica di tutto il paese. Il suo nome pare derivare dalla parola berbera tilmas, che significa "sorgente, pozza d'acqua". Avamposto militare dell'antica Roma
Giorno 9

Orano - Tipasa - Algeri

Dopo la prima colazione partenza lungo la costa algerina, diretti ad est per raggiungere Tipasa, per la sosta pranzo in ristorante sul mare. Nel pomeriggio si visiterà il sito archeologico che si affaccia proprio sul Mediterraneo. Tipasa fu fondata dai Fenici. L'imperatore Claudio la trasformò in colonia militare, dopodiché divenne un municipium. L'antica città romana venne costruita su tre colline che dominavano il mare. Restano le rovine di 3 chiese, due cimiteri, le terme, un teatro, un anfiteatro ed un ninfeo. Nel 1982 Tipasa venne inserita nell'elenco dei Patrimoni dell’Umanità
Giorno 10

Algeri - Italia

Dopo la prima colazione trasferimento in aeroporto per il volo di rientro su Milano Malpensa. Arrivo ed eventuale proseguimento per le città di destinazione. Pasti: prima colazione in hotel. Per ragioni tecnico-organizzative in fase di prenotazione o in corso di viaggio l’itinerario potrebbe subire delle modifiche, mantenendo invariate quanto più possibile le visite e le escursioni programmate.