IRIAN JAYA: BALIEM FESTIVAL

INDONESIA | IRIAN JAYA: BALIEM FESTIVAL

A partire da 11490 €

DURATA
PARTECIPANTI
24 Giorni (21 Notti) Minimo: 10 / Massimo: 10
DATA PARTENZA
LA PARTENZA E'
05 Agosto 2025 In elaborazione
PREZZI A PARTIRE DA:
Quota base individuale
11490 €
Una spedizione che lascia il segno: uno dei luoghi mitici per il viaggiatore, regioni di difficile accesso, prive di qualunque infrastruttura, isolate, sconosciute, rare. L’incontro con genti assolutamente integre, primitive a causa del loro completo isolamento in una natura talmente rigogliosa da essere impenetrabile: foreste vergini fin oltre i 4000 metri, cascate e fiumi che tagliano la selva, alberi giganti, suolo coperto da un intrico di radici. Attraverso “tunnel” che si aprono provvidenziali, accompagnati dal canto degli

Perché Noi

  • Ad accompagnare il gruppo c’è un Esperto ANTROPOLOGO
  • È un viaggio di interesse antropologico che permette di entrare davvero in contatto con le tribù locali
  • Si utilizzano vari mezzi di trasporto, dalle jeep alle canoe fino alle lance a motore
I Viaggi di Maurizio Levi

Day by Day

Giorno 1

Partenza dall'Italia

Partenza con voli di linea per Jakarta via scalo internazionale. Pasti e pernottamento a bordo. L’arrivo è previsto il giorno seguente. 

Giorno 2

Arrivo a Jakarta

Arrivo a Jakarta nel tardo pomeriggio e trasferimento in hotel. Cena libera e pernottamento.  

Giorno 3

Visita di Jakarta e volo serale per Jayapura

Oggi abbiamo mezza giornata di visita di Jakarta iniziando dalla tarda mattinata. Colazione in hotel e relax. Check out previsto alle ore 12.00. i bagagli potranno essere lasciati in hotel. Inizio della visita della città in minibus con guida locale parlante inglese.  Visita della Vecchia Batavia (Kota Tua), con il vecchio porto di Sunda Kalapa situato sull'estuario del fiume Ciliwung, la Piazza Fatahillah cuore pulsante del centro storico e il Museo Nazionale che ripercorre la storia del Paese sino all’indipendenza.  Prevediamo la sosta per il pranzo nello storico Café Batavia
Giorno 4 - 5

Arrivo a Jayapura e proseguimento con volo per Wamena in occasione del Festival di Baliem

Al nostro arrivo a Jayapura, proseguimento con volo per Wamena, nella Valle del Baliem. Queste due giornate saranno dedicate al Festival di Baliem. Meta di grande interesse per antropologi e grandi viaggiatori. I gruppi tribali Dani, Yali e Lani che, pur non praticando più il cannibalismo da qualche decennio, vivono ancora seguendo antiche tradizioni, si esibiscono in danze e combattimenti. Questi festival si tengono in agosto, in alto sulle montagne Jayawijaya, sul lato indonesiano dell'isola di Nuova Guinea, e includono finte guerre tribali organizzate per mantenere l'agilità e la
Giorno 6

Volo charter per Kosarek nelle Highlands e trekking per Serkasi

 Dopo la colazione, raggiungiamo l’aeroporto di Wamena per il volo charter per Kosarek, nelle Highlands (gli unici aerei che sorvolano quelle aree e possono atterrare sulla pista di Kosarek sono dei Pilatus Porter di proprietà dei missionari che possono trasportare fino a 7 passeggeri con un massimo 750 kg. e sarà quindi necessario effettuare due voli), territorio dove vive l’etnia degli Yali Mek. Durante il volo sarà possibile ammirare il panorama delle montagne della Papua coperte di vegetazione e vedere cosa i primi esploratori degli anni ’50 del 1900 videro nel primo sorvolo
Giorno 7 - 11

Trekking: Giornate dedicate alla scoperta delle Highlands e dei suoi abitanti

Cinque giornate dedicate all’esplorazione di questa zona incredibile che sono le Highlands, durante le quali raggiungeremo e visiteremo diversi villaggi abitati dall’etnia degli Yali.Gli Yali, circa 30.000, vivono generalmente sulle montagne a est della Grande Valle del Baliem, dove costruiscono i villaggi a un’altitudine compresa tra 700 e 2200 metri. Come i Dani e altri popoli delle montagne della Nuova Guinea, gli Yali sono orticoltori e allevatori di maiali grigi. Con la tecnica del debbio coltivano patate dolci, taro, igname, canna da zucchero, banane, miglio, cetrioli e pandàni.
Giorno 12

Volo charter da Angguruk a Wamena. Resto della giornata libera per riposo

Dopo la prima colazione al mattino volo charter per Wamena (anche in questo caso come all’andata, l’aereo sarà un Pilatus Porter che può portare fino a 7 persone e 750 kg di peso totali).Giunti a Wamena, il resto della giornata sarà dedicato al riposo per riprendere le forse dopo il faticoso trekking dei giorni scorsi.Wamena è la città più importante della Valle di Baliem ed il centro urbano di un’area rurale che ospita la maggior concentrazione di popolazione delle Highlands della Papua occidentale. La cittadina in sé non ha molto da offrire, ma è il punto di partenza di molti
Giorno 13

Volo per Dekai, una piccola cittadina ad ovest di Wamena e casa dell'etnia dei Manimo

Dopo la colazione, trasferimento in aeroporto per il volo per Dekai, una piccola cittadina ad ovest di Wamena. Ci vogliono circa 30 minuti di volo per raggiungerla. La città si è sviluppata maggiormente dopo la recente politica d’autonomia adottata in Papua. L’area è abitata dall’etnia Manimo che sono oggi abbastanza civilizzati.Pasti liberi e pernottamento in un piccolo e semplice hotel. 

Giorno 14

Trasferimento al piccolo porticciolo di Lokbon e poi in barca percorriamo il fiume Braza verso sud fino a raggiungere Mabu

Dopo colazione, trasferimento in motocicletta, lungo una strada sterrata che incirca un’ora ci condurrà al piccolo porto tradizionale di Lokbon. Da qui, navigheremo verso sud, lungo il fiume Braza, uno dei corsi d'acqua più grandi che scorrono verso sud e che si unisce ad altri fiumi dell’area Asmat. Durante il nostro tragitto in barca ammireremo la folta vegetazione della foresta e incroceremo altre imbarcazioni. Lungo il fiume ci fermeremo in alcuni villaggi dell’etnia Citak Mitak. Questa tribù costruisce le case lungo le rive del fiume e sono abitazioni di legno con il tetto di
Giorno 15

Cominciamo ad addentrarci nelle terre paludose dei Koroway

Dopo colazione, comincia il nostro trekking nella regione Korowai. Dopo aver incontrato i nostri portatori, ci inoltriamo in un’area paludosa, attraversiamo fiumi, fitte foreste di sago e dopo circa 5/6 ore di cammino raggiungiamo il piccolo villaggio di Sendik, il primo villaggio dei Stone Korowai, dove le famiglie vivono su due case palafitte sugli alberi.Pensione completa e pernottamento in tenda. Nota. Nella regione dei Koroway il clima è caldo umido. Il trekking si svolge in piano, ma alcune volte è necessario camminare su alberi caduti, fango o guadare degli acquitrini. I nostri
Giorno 16

Giornata dedicata alla scoperta delle terre Korowai: scopriremo come vivono ancora a stretto contatto con la foresta da cui ricavano tutto ciò che serve per vivere

Giornata dedicata alla scoperta della regione dei Stone Korowai. Faremo delle camminate attraverso la regione dei Korowai per osservare il modo in cui vivono. Le loro abitazioni, tra i rami delle piante, chiamate in indonesiano rumah-tinggi (case-alte) generalmente ospitano da uno a cinque gruppi familiari: sono costruite a un’altezza dal suolo che può variare da 6 a 20 metri soprattutto per difendere gli occupanti dai frequenti allagamenti, dagli spiriti maligni e nel passato anche dai nemici. Per costruire una di queste abitazioni, le etnie seminomadi del West Papua adottano due diverse
Giorno 17

Trekking per ritornare a Mabu

Trekking di ritorno a Mabu. Ripercorreremo la stessa strada dell’andata.Pensione completa e pernottamento in tenda. 

Giorno 18 - 21

Oggi raggiungiamo la regione degli Asmat. giorante dedicate alla scoperta della regione e dei suoi villaggi

Dopo la colazione, riprendiamo le nostre canoe in legno, a motore, che da Mabu ci porteranno nell’area di Suator, territorio degli Asmat, “gli uomini-albero”.Giornate dedicate alla scoperta di questa regione e dei villaggi abitati dagli Asmat che raggiungeremo utilizzando le canoe motorizzate. Per la loro fama di abili scultori, ex cacciatori di teste e cannibali gli Asmat sono la più nota popolazione della Nuova Guinea indonesiana. Il primo europeo a navigare al largo del territorio in cui essi vivono fu l’olandese Jan Carstensz. Il 10 marzo 1623 dal Mare di Arafura vide
Giorno 22

Trasferimento alla pista d'atterraggio di Ewer e volo charter per Timika

Dopo la colazione, trasferimento in canoa motorizzata alla pista d’atterraggio di Ewer e volo charter per Timika.Resto della giornata libero per relax.Pasti liberi e pernottamento in hotel. 

Giorno 23

Volo per Jakarta e in serata proseguimento per l'Italia

Dopo la colazione, trasferimento in aeroporto e volo per Jakarta. In tarda serata, volo per l’Italia via scalo internazionale. Pasti e pernottamento a bordo. Arrivo previsto il giorno seguente.  

Giorno 24

Arrivo in Italia

L’arrivo in Italia è previsto nel primo pomeriggio.    Villaggio Yali 2. La preparazione del sago dei Koroway 3. Il forno dei Dani