DAL TAMIL NADU AL MAHA KUMBH MELA

INDIA | DAL TAMIL NADU AL MAHA KUMBH MELA

A partire da 5700 €

DURATA
PARTECIPANTI
15 Giorni (13 Notti) Minimo: 10 / Massimo: 16
DATA PARTENZA
LA PARTENZA E'
22 Gennaio 2025 In conferma
PREZZI A PARTIRE DA:
Quota base individuale
5700 €
Un viaggio per introdursi nella profonda spiritualità dell’India e nelle sue tradizioni millenarie, visitando templi maestosi, percorrendo itinerari cari ai pellegrini indù, assistendo a cerimonie tramandate dall’antichità. Nell’India più India, alla scoperta della sua cultura che nel sud ha prodotto l’Arte Dravidica. Questo itinerario regala un mosaico di suggestioni ed esperienze: immense città-tempio dai raffinati intagli di

Perché Noi

  • Il cuore del Tamil Nadu, la culla della civiltà dravidica passando per: la tranquilla Mahabalipuram (UNESCO), famosa per le sue antiche sculture rupestri poco distanti dal mare; gli antichi siti di Kanchipuram, Chindambaram, Trichy, Tanjore e Madurai, con i templi colossali dai ripidi scalini e dai torreggianti “gopuram”, le torri d’ingresso decorate con mille colori; l’ex colonia francese di Pondicherry, con l’Ashram di Sri Aurobindo e l'esperienza rigenerativa ad Auroville, "la città del futuro"
  • Tre giorni ad Allahabad per assistere alle celebrazioni del Maha Kumbh Mela
  • Ad Allahabad si dorme in tende di lusso in “stile indiano”, allestite in un’area riservata Kel 12, dotate di tutti i comfort

I nostri Esperti

Day by Day

Giorno 1

Partenza dall'Italia per Chennai

Partenza dall’Italia con voli di linea per Chennai (l’antica Madras) via scalo intermedio. Arrivo durante la notte e trasferimento in Hotel. 

Giorno 2

Proseguimento per Mahabalipuram, sito archeologico e monumentale di primaria importanza sulla costa del Coromandel

Arrivo a Chennai (Madras) verso le tre di notte. Dopo l’espletamento delle pratiche di sbarco e il ritiro del bagaglio, trasferimento in albergo.Partenza per Kanchipuram, una delle sette città più sacre indiane conosciuta come la “città della seta” perché in questa città una delle attività tradizionali più note è legata alla produzione dei sari di seta, sin dal XII-XIII secolo.Proseguimento per Mahabalipuram, sulla costa del Coromandel. Arrivo e sistemazione in albergo.Pensione completa. Ci preme segnalare che questa giornata sarà piuttosto stancante considerate le poche
Giorno 3

Trasferimento a Tiruvannamalai, cittadina ai piedi dell'Arunachala, una delle colline più sacre per l'induismo

Mahabalipuram, antico porto commerciale, è un sito archeologico e monumentale di primaria importanza, caratterizzato dalla superba arte Pallava del VIII secolo. Qui, come a Kanchipuram, fu perfezionato lo stile meridionale dei templi a torre che venne ben presto trasmesso all'Asia sudorientale e specialmente a Java. I Pallava, popolo di mercanti, seppero fondare colonie o comunque mantenere strette relazioni commerciali con l’attuale Indonesia, Vietnam e Cambogia. Fra questi capolavori spicca per eleganza e bellezza “la discesa del Gange”, gigantesco bassorilievo scolpito su due enormi
Giorno 4

Si prosegue per Pondicherry, vicino al famoso Ashram fondato da Sri Aurobindo nel 1926, con le sue case coloniali, le chiese cattoliche, i caffè e le botteghe di spezie: un angolo di Francia!

Secondo vari testi sacri, Tiruvannamalai è legata ad uno dei miti fondamentali del culto di Shiva. Il Supremo Essere senza Forma, assunse qui il radioso splendore di una colonna per distruggere il senso dell’io degli Dei primitivi, successivamente assunse l’aspetto della collina e la forma dello splendido Lingam. Tracce concrete di questo culto sono però in realtà riscontrabili nella civiltà della Valle dell’Indo. Le antichissime memorie legate a questo luogo avvalorerebbero quindi l'ipotesi della migrazione effettuata dal nord verso sud delle prime genti autoctone del
Giorno 5

Pondicherry - Auroville - Pondicherry

Partenza di primo mattino per Auroville, a circa 20 km da Pondicherry.Auroville, talvolta definita "La città dell'alba", è concepita per 50.000 abitanti provenienti da tutto il mondo. Il concetto di Auroville - una città ideale dedicata a un esperimento di unità umana – venne già negli anni Trenta a Mirra Alfassa (1878 - 1973), The Mother, compagna spirituale del rivoluzionario filosofo indiano Sri Aurobindo. A metà degli anni Sessanta il concetto fu sviluppato e sottoposto al governo indiano, che lo sostenne e lo portò all'Assemblea generale dell'UNESCO. Nel 1966 l'UNESCO approvò
Giorno 6

Proseguimento per Chidambaram, uno dei siti religiosi più importanti dell'India del sud dedicati a Shiva. Arrivo a Kumbakonam

Al mattino trasferimento a Chidambaram (70 Km, 1 ora e mezza), una delle più importanti mete di pellegrinaggio shivaita. Nella geografia mistica dell’India si riteneva corrispondesse al chakra del cuore, la sede ove il dio Shiva compie la sua danza della beatitudine, con cui eternamente conserva crea e distrugge il mondo. È il luogo ove si trova il linga d’etere, composto di puro spazio, dove si può ottenere la meta suprema, la liberazione finale. Molte sono le leggende connesse al sito e molti gli inni ad esso dedicati.In particolare, un mito vuole che qui si sia svolta la contesa di
Giorno 7

Partenza per Tanjore, con sosta al tempio di Darasuram

Al mattino partenza per il villaggio di Darasuram. Andremo al tempio di Airatesvara, Patrimonio dell’Umanità, splendido esempio di architettura Chola del XII secolo, capace di coniugare la simbologia del carro celeste degli dèi a quella della montagna sacra al centro dell’universo.In seguito, ci dirigiamo verso Thanjavur (Tanjore), antica capitale dei Chola, oggi una piccola città attraversata dal canale Anicut, posta nella regione del fertile delta del Cauvery, famosa non solo per il suo tesoro architettonico ma anche per essere il luogo ove si è sviluppata una particolare tecnica
Giorno 8

Escursione a Trichy per ammirare il Tempio di Srirangam, il più grande dell'India dedicato a Vishnu

Al mattino si parte per la vicina Trichy (Tiruchirappalli), sede del tempio di Rock Fort, posto su un panoramico affioramento roccioso.Visita al Tempio Srirangam, il più grande dell’India dedicato a Vishnu, situato su un’isola formata da due bracci del fiume Kaveri. Ottimo esempio di città-tempio in piena regola con oltre venti gopuram, sette mura concentriche.Ci recheremo anche ai ghat dell’Amma Mandapam dove ogni giorno i fedeli fanno le abluzioni rituali.Pranzo in ristorante, cena e pernottamento in albergo. 

Giorno 9

Il viaggio prosegue alla volta di Madurai, una delle città più antiche e animate dell'India. Sosta a Karaikudi

Si parte per Karaikudi, il centro principale del Chettinad, la terra dei Chettiar, regione pressoché non ancora toccata dai tour organizzati, che custodisce abitazioni da sogno, con un’architettura capace di fondere decori in stile art déco occidentale con la maestria della lavorazione lignea propria del sudest asiatico. I Chettiar hanno avuto, e sovente hanno ancora, un ruolo predominante nell’economia dell’area tamil. Esperti mercanti, seguirono le rotte marittime degli imperi Chola e Pandya, facendo prosperare il commercio di sale, seta, spezie, legnami pregiati e gemme preziose e
Giorno 10

Voli Madurai - Chennai - Varanasi

Al mattino trasferimento in aeroporto per prendere il volo diretto a Chennai (durata 1 ora e 20 minuti). Arrivo, cambio di aeromobile e volo per Varanasi (durata 2 ore e 30 minuti).  Varanasi è la più sacra città dell’India, dove l’induismo intero cerca la strada della salvezza. Si assisterà, tempo a disposizione permettendo, alla Ganga Aarti che poco dopo il tramonto si tiene tutte le sere sulle rive del Gange: i sacerdoti al suono di cimbali innalzano canti agli dèi e la folla di pellegrini offre alle sacre acque del fiume una miriade di lumini ad olio.Pranzo al sacco o in
Giorno 11

Alba in barca sul Gange, e bus verso Allahabad

La città vecchia di Varanasi è situata lungo la sponda occidentale del Gange e si estende in un intricato groviglio di strette viuzze. La “Madre Ganga” qui s’incurva come una falce di luna. Lungo i ghat, le gradinate che portano al fiume sacro, scendono milioni di fedeli aspiranti ad una morte che li liberi dal ciclo delle reincarnazioni. Le abluzioni rituali nelle acque del fiume, le meditazioni degli asceti, il fuoco delle pire sono al centro di un mosaico fantasmagorico brulicante di vita. All’alba percorreremo i ghat dove la folla dei pellegrini saluta il sole prima di effettuare
Giorno 12 - 13

Allahbad, Maha Kumbh Mela

 Il possesso del Nettare dell’Immortalità, in sanscrito “Amrita”, fu motivo di lotta fra le forze del bene e del male, dèi e demoni, durata dodici giorni e dodici notti.  Durante lo scontro, dalla “Kumbh” (urna vaso o coppa) contenente l’Amrita, si dispersero quattro gocce del Nettare. Nel punto esatto dove le gocce sono cadute sulla Terra, sorgono le città sacre di Allahabad, Haridwar, Ujjain e Nasik. (dove, da sempre, si svolgono periodicamente feste religiose, Mela).  Lo scontro durò dodici giorni e, siccome un giorno degli dèi corrisponde a un anno per
Giorno 14

Allahabad - Varanasi, volo per Delhi

Dopo la colazione al campo, rientro a Varanasi. (La durata della percorrenza dovrebbe essere più breve di quella dell’andata, ma per prudenza partiremo presto, in relazione al presunto andamento del traffico).Pranzo durante il trasferimento (in ristorante locale oppure leggero lunch box).Volo da Varanasi a Delhi (durata circa un’ora e mezza).Arrivo a Delhi e sistemazione in albergo vicino all’aeroporto. 

Giorno 15

Rientro in Italia

Di primo mattino trasferimento in aeroporto per prendere il volo di rientro in Italia, con scalo intermedio. L’arrivo è previsto nel tardo pomeriggio o in serata.