"ESSENZE INDIANE", IL MEGLIO DELL'INDIA E IL MAHA KUMBH MELA

INDIA | "ESSENZE INDIANE", IL MEGLIO DELL'INDIA E IL MAHA KUMBH MELA

A partire da 5350 €

DURATA
PARTECIPANTI
14 Giorni (12 Notti) Minimo: 10 / Massimo: 16
DATA PARTENZA
LA PARTENZA E'
24 Gennaio 2025 Garantita
PREZZI A PARTIRE DA:
Quota base individuale
5350 €
Un tour intenso nei luoghi più iconografici dell’India. A Delhi, la capitale. E poi a Jaipur, in Rajasthan, per visitare la Fortezza di Amber e il Palazzo dei Venti. Ad Agra, culla del Taj Mahal, una delle Sette Meraviglie del Mondo Moderno. E ad Orchha, città-fantasma con i resti di antichi palazzi e gli edifici divorati dalla vegetazione. Una tappa a Khajuraho, con i suoi complessi templari, e poi in volo verso Varanasi, la città più sacra dell’India. A vedere i fedeli che si immergono nelle acque del Gange, pregano, fanno yoga o un semplice bucato.

Perché Noi

  • Un viaggio che prevede un'accurata selezione di alcune località imperdibili dell'India, pensato per desidera ad assistere al grande evento del Maha Kumbh Mela ad Allahabad, nel 2025.
  • Il viaggio prevede una sosta di tre giorni ad Allahabad per assistere alle celebrazioni.
  • Ad Allahabad si dorme in tende di lusso in “stile indiano”,  allestite in un’area riservata Kel 12, dotate di tutti i comfort.
I Viaggi di Maurizio Levi

Day by Day

Giorno 1

Partenza da Milano o Roma per Delhi, con arrivo dopo la mezzanotte

Partenza da Milano o da Roma con voli di linea per Delhi, con scalo intermedio.Arrivo dopo la mezzanotte e trasferimento in Hotel. 

Giorno 2

Giornata dedicata alla visita di Delhi

Prima colazione in albergo. Giornata dedicata ad alcune visite della Vecchia e Nuova Delhi.Delhi, la capitale dell’India, oggi è una metropoli moderna ma conserva ancora molte testimonianze della sua anima antica, quando per secoli ospitò la corte prima dei sultani e poi degli imperatori mussulmani moghul. Molti dei capolavori architettonici che vedremo a Delhi sono dunque di arte islamica, protetti dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità. Inizieremo dalla Old Delhi.  Con le sue strade tortuose, le mille botteghe, le professioni improbabili, è uno spaccato fedele delle tante
Giorno 3

Partenza per Jaipur

Al mattino partenza per Jaipur, la più grande città e capitale dello stato del Rajasthan. È conosciuta come la “città rosa” per il colore dei suoi edifici nella zona vecchia. Insieme a Delhi ed Agra fa parte del cosiddetto "Triangolo d'Oro" dell’India ed è stata la prima città costruita secondo un assetto urbano definito dal famoso Maharaja astronomo Sawai Jai Singh.Sistemazione in Hotel.Pranzo in ristorante lungo il percorso. Cena e pernottamento in Hotel.  

Giorno 4

Escursione alla Fortezza di Amber e nel pomeriggio visita di Jaipur

Al mattino escursione in jeep alla fortezza-palazzo di Amber del XVI sec., situata ad 11 km da Jaipur. Lassù, il panorama sulla vallata è splendido ma ancor più stupefacente è lo spettacolo delle architetture moghul e delle decorazioni, che culminano nei mosaici formati da specchi e stucchi nel “Palazzo del piacere”. Pomeriggio dedicato alla visita di Jaipur, “la città rosa” fondata nel 1727 dal Maharaja Jai Singh II, oggi capitale del Rajasthan. Inizieremo col Palazzo di Città che ospita raccolte di tessuti, tappeti, armi e dipinti. Proseguiremo per l’Osservatorio Astronomico,
Giorno 5

Jaipur, il pozzo di Abbhaneri, Fatehpur Sikri e Agra

Al mattino partenza per Agra, l’antica capitale della dinastia moghul in alternanza con Delhi. Lungo la strada sosta ad Abbhaneri, dove si trova il pozzo a gradini più profondo ed ampio dell’India, e alla città fantasma di Fatehpur Sikri, capolavoro urbanistico splendido e desolato, fatto costruire dall’imperatore Akbar che per 10 anni fu capitale del regno moghul, prima di essere abbandonato a causa della fine del rifornimento idrico. Proseguimento per Agra e sistemazione in hotel. Agra divenne per la prima volta capitale nel 1501 sotto il dominio del sultano Sikander Lodi, per poi
Giorno 6

Giornata dedicata alla visita di Agra con il meraviglioso Taj Mahal

All’alba visita del Taj Mahal, il più celebre monumento dell’India e forse una delle più belle strutture architettoniche del mondo. Il mausoleo funebre, fatto costruire nel 1632 dall'imperatore moghul Shah Jahan in memoria della moglie, è un’opera eccezionale per la perfezione delle forme, la profusione di pietre rare incastonate nei muri e le pregevoli decorazioni.(L’alba è certamente il momento migliore per visitare il Taj Mahal quando i raggi del sole iniziano a rivelarne tutta la bellezza e si è “soli” ad ammirarlo. Se si arriva più tardi ci si imbatte in una gran folla e
Giorno 7

Agra, treno per Jhansi, visita di Orchha e proseguimento per Khajuraho

Al mattino presto trasferimento alla stazione ferroviaria e viaggio in treno Shatabdi Express per Jhansi (2 ore e mezzo). All’arrivo proseguimento in pullman per la città-fantasma di Orchha (18 km). Nel 1600 fu capitale dello stato fondato dal principe Bir Singh Deo. Oggi del suo prestigioso passato restano palazzi decorati da affreschi, numerosi edifici divorati dalla vegetazione e chiostri leggiadri. Proseguimento per Khajuraho, dove l’arrivo è previsto in serata.Pranzo in ristorante. Cena e pernottamento in Hotel.  

Giorno 8

I templi di Khajuraho

Giornata dedicata alle visite dei complessi templari costruiti dalla dinastia Chandela tra il 950 e il 1050. Prima di cadere nell’ombra a causa dei musulmani, i Chandela ornarono Khajuraho di templi che combinano l’eleganza dell’architettura con la grazia delle sculture. Sono proprio queste sculture, in particolare quelle a soggetto erotico, che hanno reso famosa la città. L’insieme dei templi da visitare è diviso in due blocchi a pochi chilometri l’uno dall’altro. Il settore orientale, quello dei templi jainisti è molto bello ma ha parti molto rimaneggiate invece il settore
Giorno 9

Khajurajo - Allahbad

Dopo la prima colazione in hotel, partenza per Allahabad dove arriveremo in serata.  È l’occasione in cui sarà inutile chiedere all’autista a che ora il nostro bus ci porterà a destinazione. Per avere una risposta attendibile bisognerebbe chiederlo a tutti quelli, crediamo tantissimi, che andranno nella nostra stessa direzione.Solitamente, è possibile percorrere i 280 Km in circa 6 ore ma, considerata la concomitanza con l’evento, si presuppone un traffico molto intenso, che potrà rendere necessarie più ore del previsto. (In ogni caso, anche in assenza di condizioni
Giorno 10 - 11

Allahbad, il Maha Kumbh Mela

Il possesso del Nettare dell’Immortalità, in sanscrito Amrita, fu motivo di lotta fra le forze del bene e del male, dei e demoni, durata dodici giorni e dodici notti.  Durante lo scontro, dalla Kumbh (urna vaso o coppa) contenente l’Amrita, si dispersero quattro gocce del nettare. Nel punto esatto dove le gocce sono cadute sulla Terra, sorgono le città sacre di Allahabad, Haridwar, Ujjain e Nasik. (Qui, da sempre, si svolgono periodicamente feste religiose, Mela).  Lo scontro durò dodici giorni e, siccome un giorno degli dèi corrisponde ad un anno per gli uomini, il
Giorno 12

Allahabad - Varanasi

Dopo la colazione al campo, partenza per Varanasi. (La durata della percorrenza dovrebbe essere più breve di quella dell’andata, ma per prudenza partiremo presto, in relazione al presunto andamento del traffico).Se l’orario di arrivo lo consentirà, si effettuerà il pranzo in Hotel e nel pomeriggio andremo anche a Sarnath, uno dei luoghi più importanti in India per il pellegrinaggio dei buddisti. La storia secolare di questo sito ci riporta a più di duemila anni fa, nel VI secolo A.C. durante la vita del fondatore della religione buddista. Questo momento del nostro viaggio in India
Giorno 13

Varanasi, l'anima dell'India. Volo per Dellhi

Si profila un’interessantissima mattinata nell’area di Varanasi. Si comincia molto presto, prima dell’alba, per recarsi ad assistere, dalla barca, al risveglio delle acque. Le abluzioni dei pellegrini ai piedi dei palazzi storici affacciati al fiume, le prime luci del mattino, il sorgere del sole sulle brume dell’acqua ed infine il brillare dei fuochi delle pire di cremazione sulle piattaforme dei ghat Manikarnika. Al termine della navigazione si continua tra le viuzze vecchie verso il “Tempio D’Oro”, il tempio più sacro di Varanasi. L’accesso all’area sacra è vietato a
Giorno 14

Arrivo a Milano o Roma

Al mattino arrivo a Milano oppure a Roma.