I FESTIVAL DI THIMPHU, GANGTEY E THANGBI MANI

Corteo di monaci, Bhutan

BHUTAN - NEPAL | I FESTIVAL DI THIMPHU, GANGTEY E THANGBI MANI

A partire da 5800 €

DURATA
PARTECIPANTI
14 Giorni (12 Notti) Minimo: 10 / Massimo: 14
DATA PARTENZA
LA PARTENZA E'
10 Settembre 2024
PREZZI A PARTIRE DA:
Quota base individuale
5800 €
Un viaggio dedicato al Bhutan, un paese fuori dall’ordinario dove è illegale comprare le sigarette, dove giganteschi falli dalle proprietà protettive sono dipinti sulle facciate di molte case, dove la felicità degli abitanti è più importante del prodotto interno lordo. Un regno medievale Buddhista che inevitabilmente deve confrontarsi con i tempi moderni, ma che cerca strenuamente di mantenere la sua identità culturale. L’itinerario si sviluppa nella zona centro occidentale del paese, su un altopiano ricoperto di boschi e incastonato di

Perché Noi

un viaggio esclusivo in un regno incantato sull'Himalaya, per respirare le religiosità del paese con tre emozionanti festival buddhisti:

  • Il Festival di Thimphu
  • Il Festival di Gangtey nella valle di Phobjikha 
  • La sacra valle del Bumthang e il Festival di Thangbi Mani

 

I nostri Esperti

Day by Day

Giorno 1

Partenza dall'Italia per Kathmandu

Partenza dall’Italia per Kathmandu via scalo intermedio. Cena e pernottamento a bordo. 

Giorno 2

Kathmandu (il Tempio delle Scimmie)

La Durbar Square di Kathmandu, la Casa-Tempio della Dea Vivente, lo Stupa di Swayambunath e l’antica capitale PatanArrivo a Kathmandu (1.300 m) al mattino, espletamento delle formalità d’ingresso e accoglienza. Visita della Durbar Square di Kathmandu, Patrimonio dell’Umanità UNESCO, che è da sempre il cuore della città vecchia nonché uno splendido retaggio dell’architettura tradizionale.  La Casa-Tempio della Kumari, dove se fortunati si riesce ad ammirare la giovane Dea Vivente affacciata al balcone; il Palazzo Reale della dinastia Malla, Hanuman Dokha, che prende il nome
Giorno 3

Kathmandu - Paro

Il Rinpung Dzong, il Museo Nazionale del Bhutan, il Kyichu LhakangDopo la prima colazione trasferimento all’aeroporto per il volo per Paro. Arrivo a Paro (2.280 m), espletamento delle formalità d’ingresso, accoglienza da parte dello staff locale e sistemazione in hotel. Pomeriggio dedicato alla visita di Paro: il Rinpung Dzong, uno degli dzong più importanti e famosi del paese, rappresenta forse il miglior esempio esistente di architettura bhutanese, le sue mura massicce dominano la città e sono visibili da ogni punto della valle; il Ta Dzong (il Museo Nazionale del Bhutan), un’antica
Giorno 4 - 5

Paro - Thimphu

La capitale del Bhutan e il Festival di ThimphuDopo la prima colazione partenza per Thimphu l’attuale capitale del Bhutan, adagiata lungo le rive del fiume Wang, in una bellissima vallata. Arrivo a Thimphu e sistemazione in hotel. Partecipazione alle principali celebrazioni del Festival di Thimphu che si svolge nel cortile del Trashi Chhoe Dzong il più importante Dzong (fortezza-monastero sede allo stesso tempo del potere religioso, politico e economico) della città. Tra una manifestazione e l’altra del festival visita dei principali siti d’interesse della città: il Trashi Chhoe
Giorno 6

Thimpu - Dochu-La - Punakha

L’antico complesso monastico, il “Tempio del Folle Divino”, la residenza della massima autorità religiosa del BhutanDopo la prima colazione partenza per Punakha lungo la pittoresca strada che valica il passo Dochu-La (3.100 m). Tra i 108 stupa disseminati sul passo potremo ammirare le cime innevate dell’Himalaya orientale. Prima di raggiungere Punakha sosta per la visita del Chimi Lhakhang, un tempio costruito in onore di Lama Drukpa Kunley, il “folle divino”, uno dei santi più venerati del Bhutan, dove lasciando una piccola offerta si può ricevere la benedizione dei falli in
Giorno 7

Punakha - Gangtey

La Valle di Phobjikha e il Festival di Gangtey Dopo la prima colazione partenza per Gangtey, il villaggio principale della Valle di Phobjikha, una valle glaciale a 2.900 metri di altitudine alle pendici occidentali dei Monti Neri. Il terreno paludoso della valle è il perfetto habitat invernale per una numerosa colonia di gru collo nero. Si tratta di una specie rara a rischio di estinzione, che dall’altopiano del Qinghai, in Tibet, migra verso il Bhutan in autunno (dopo la metà di ottobre). I bhutanesi mostrano grande rispetto per questi “uccelli celesti” tanto da dedicargli un
Giorno 8

Gangtey - Valle del Bumthang

Il Festival di Gangtey, il Passo sui Monti Neri, lo stupa biancoAl mattino presto partecipazione alle manifestazioni del Festival di Gangtey. In tarda mattinata partenza in direzione est verso il Bhutan centrale, lungo un percorso che prevede l’attraversamento del passo Pele-La (3.420 m) sui Monti Neri. Dopo la discesa dal passo sosta per la visita del Chendebji Chorten, un grande stupa bianco simile allo Swayambhunath della valle di Kathmandu. Proseguimento per la suggestiva regione del Bumthang. Pensione completa e pernottamento in hotel.  

Giorno 9

Valle del Bumthang

Il Festival di Thangbi Mani e la visita delle “dimore degli Dei”La Valle del Bumthang (2.580 m) fu la residenza del grande maestro buddhista Pema Lingpa, il più importante terton (scopritore di tesori) del Bhutan, nonché una delle reincarnazioni di Guru Rinpoche. Il Bumthang comprende quattro valli: Chokhor, Tang, Ura e Chhume, dove abbondano rustiche abitazioni, mulini ad acqua e lhakhang, “le dimore degli Dei”. Dal momento che i templi più importanti si trovano nella grande valle di Chokhor, è questa la parte della regione comunemente definita Valle del Bumthang. Partecipazione
Giorno 10

Valle del Bumthang - Trongsa - Punakha

Lo spettacolare Dzong e la torre d’avvistamentoDopo la prima colazione partenza verso ovest per Trongsa, uno dei più antichi centri religiosi del Bhutan, situato a 2.200 metri in una suggestiva cornice di montagne. Visita dei principali siti d’interesse: il Trongsa Dzong, lo spettacolare edificio a più piani costruito in posizione strategica sulla strada di collegamento tra le regioni occidentali e orientali, che offre splendide vedute sulla valle del fiume Mangde; l’interessante torre d’avvistamento Ta Dzong, trasformata in un eccellente museo dedicato all’arte buddhista e alla
Giorno 11

Punakha - Simtokha Dzong - Paro

Gli splendidi paesaggi himalayani e l’antico complesso monasticoPresto al mattino, dopo la prima colazione, partenza verso ovest ripercorrendo a ritroso il percorso dell’andata, cercando di fissare negli occhi gli splendidi paesaggi di monti e valli. Lungo il percorso sosta per la visita del Simtokha Dzong, antico complesso monastico, ora sede dell’Università Buddhista. Arrivo a Paro nel pomeriggio. Pernottamento in hotel.Pasti: colazione in hotel, pranzo in ristorante locale, cena in hotel. 

Giorno 12

Paro - Taktsang - Paro

Il “Nido della Tigre”Dopo la prima colazione salita a piedi al Monastero di Taktsang (4-5 ore di cammino fra andata e ritorno). (N.B. E’ anche possibile noleggiare un cavallo per raggiungere il punto panoramico ma la nostra organizzazione non si assume alcuna responsabilità e pertanto in tal caso è richiesto di firmare uno scarico di responsabilità). Conosciuto anche come “Nido della Tigre”, il monastero è sempre stato considerato uno dei luoghi più sacri del regno. Si dice che il Guru Padmasambava (Rinpoche) sia volato qui nell’VIII secolo sul dorso di una tigre per
Giorno 13

Paro - Kathmandu

Le cremazioni lungo il fiume sacro a Pashupatinath e l’imponente stupa di BoudhanathDopo la prima colazione trasferimento all’aeroporto per il volo per Kathmandu. Arrivo a Kathmandu, espletamento delle formalità d’ingresso e trasferimento in hotel (le camere sono disponibili a partire dalle 12.00). Si prosegue per l’escursione a Pashupatinath, Patrimonio dell’Umanità UNESCO, luogo sacro per gli induisti, meta di pellegrini da tutta l’Asia. Dedicato a Shiva è il centro delle cremazioni sul sacro fiume Bagmati, affluente del Gange. Si continua per Boudhanath, Patrimonio
Giorno 14

Rientro in Italia

Al mattino trasferimento in aeroporto e partenza in aereo per l’Italia con scalo intermedio.