VERSO SAMARCANDA

UZBEKISTAN | VERSO SAMARCANDA

A partire da 2850 €

DURATA
PARTECIPANTI
9 Giorni (8 Notti) Minimo: 10 / Massimo: 16
DATA PARTENZA
LA PARTENZA E'
06 Ottobre 2024 In conferma
24 Ottobre 2024 In conferma
10 Novembre 2024
08 Agosto 2024 Completa
15 Agosto 2024 Completa
20 Giugno 2024 Garantita
21 Luglio 2024 Garantita
22 Settembre 2024 Garantita
PREZZI A PARTIRE DA:
Quota base individuale
2850 €
C’è Khiva, città carovaniera ancora racchiusa dalle possenti mura d’argilla. E Bukhara, antichissimo centro religioso e culturale. Infine Samarcanda, leggendaria capitale dell’Impero di Tamerlano. Un luogo, questo, così affascinante da far dire ad Alessandro Magno: “Tutto quello che ho udito di Marakanda è vero, tranne il fatto che è più bella di quanto immaginassi”. Tre città entrate nella lista dei Patrimoni UNESCO per i loro centri storici. Da scoprire con un tour che attraversa l’intero Paese, culla di

Perché Noi

  • Il numero limitato di partecipanti consente di effettuare un'escursione in auto da Samarcanda a Shakhrisabz visitando anche il villaggio montano di Langar Ota, dove i bus non possono arrivare
  • Abbiamo selezionato piccoli hotel tradizionali e boutique hotel in zone centrali per viviere fino in fondo il fascino antico dell'Uzbekistan
  • Abbiamo previsto l'early check-in all'arrivo a Tashkent 
  • Abbiamo scelto di passare tre notti a Samarcanda per dedicare il giusto tempo ad una delle più leggendarie città dell'Asia Centrale
  • L'itinerario di 9 giorni ci consente di visitare con il giusto tempo tutte le principali città carovaniere

I nostri Esperti

Day by Day

Giorno 1

Partenza dall'Italia per Tashkent

Partenza in mattinata dall’aeroporto di Milano Malpensa con volo di linea via Istanbul per Tashkent, dove l’arrivo è previsto in nottata. Cena e pernottamento a bordo. NB: in base alla disponibilità, è possibile partire anche dall’aeroporto di Roma Fiumicino avendo a disposizione il servizio di assistenza aeroportuale. Per partenze da altri aeroporti italiani, previa disponibilità, è sempre previsto un supplemento tariffario. 

Giorno 2

Tashkent, la moderna capitale uzbeka; nel tardo pomeriggio partenza in treno veloce verso Samarcanda

All’arrivo in aeroporto, dopo il disbrigo delle pratiche doganali, incontro con il nostro corrispondente e trasferimento privato in hotel per qualche ora di riposo dopo il viaggio. Le camere saranno subito a disposizione per un breve riposo prima di iniziare le visite. Dopo la colazione, iniziamo quindi le visite di Tashkent, la città più importante dell’Asia Centrale, nodo commerciale dell’intero Turkestan. Oggi conta oltre 2,5 milioni di abitanti e rappresenta la quarta città dell’ex Unione Sovietica dopo Mosca, San Pietroburgo e Kiev. Prima del terremoto del 1966 che la rase al
Giorno 3

Samarcanda: la favolosa capitale del regno di Tamerlano

Prima colazione e giornata interamente dedicata alla scoperta di questa città leggendaria.Specchio del Mondo, Giardino dell’Anima, Gioiello dell’Islam, Perla dell’Est, Centro dell’Universo: sono alcuni dei nomi dati a questa città su cui aleggia ancora l'atmosfera delle leggende di "Arabian nights". Situata nell’oasi del fiume Zarafshan, nel cuore della regione centroasiatica, Samarcanda è una delle più antiche città del pianeta, con più di 2.500 anni di storia.Dalla sua fondazione nel V secolo a.C. la città ha alternato momenti di splendida espansione a secoli di decadenza.
Giorno 4

Escursione al villaggio e al mausoleo di Langar Ota e a Shakhrisabz, il paese natale di Tamerlano

Prima colazione e partenza presto al mattino in pullmino verso Shakhrisabz, la città natale di Tamerlano.Tamerlano nacque nel 1336 nel villaggio di Kesh; egli non lo dimenticò mai e, salito al potere, lo trasformò in una città monumentale, la cui fama competeva con quella della vicina Samarcanda. Rinominò il suo luogo di nascita Shakhrisabz, “la città verde”. Nel XVI secolo gran parte della città e dei palazzi furono distrutti, ma quello che resta merita comunque una sosta. Del Palazzo Ak-Saray (1380), costruito nell'anno seguente alla conquista da parte di Tamerlano di Khorezm, non
Giorno 5

Treno veloce per Bukhara, la città santa

Prima colazione e trasferimento in stazione per il treno veloce per Bukhara. Durante il tragitto si attraversano ampie coltivazioni di cotone, una delle risorse economiche più importanti per l’Uzbekistan. Arrivo in tarda mattinata e inizio delle visite della città. “Se Samarcanda è la meraviglia della terra, Bukhara è la meraviglia dello spirito”. Il centro storico e i dintorni offrono tanto, e l'essere considerata la città più sacra dell’Asia Centrale, emerge anche grazie a restauri che sono stati più attenti che in altri centri. Anch’essa è Patrimonio dell’Umanità
Giorno 6

Bukhara: centro di gravità delle vie carovaniere lungo la Via della Seta

Prima colazione in hotel e intera giornata dedicata a Bukhara, con il proseguimento delle visite e nella seconda parte del pomeriggio di un po’ di tempo libero per vivere la magica atmosfera della città anche sotto un altro punto di vista.Poco a est del centro storico si trova il Chor Minor, un edificio notevole con 4 minareti costruito nel 1807. Poi visiteremo la colossale fortezza Ark, di cui rimangono impressionanti mura restaurate dai sovietici; è la costruzione più antica di Bukhara. Era una città regale all’interno della città e fu abitata fino al 1920, anno in cui fu bombardata
Giorno 7

Lungo viaggio nel deserto del Kizilkum e visita delle antiche fortezze della Corasmia

Dopo la prima colazione ci aspetta una giornata intensa per raggiungere l’ultima città carovaniera del nostro viaggio e forse anche quella meglio conservata, sebbene i consistenti restauri ne cambino l’atmosfera, nel suo impianto architettonico. Partiamo verso Khiva. E lo facciamo attraverso un paesaggio aspro, duro, desertico esattamente come lo era centinaia di anni fa, che, dopo circa sei ore di viaggio, ci porta alle imponenti fortezze della regione di Khorezm (Corasmia). Passiamo attarverso il Kizilkum, il deserto “di sabbia rossa”: nella parte settentrionale è delimitato dal
Giorno 8

Khiva: la città-museo raccolta all'interno di possenti mura d'argilla

La giornata è interamente dedicata alla visita di Khiva.La parte antica della città (che è stata inserita dall’UNESCO nell’elenco dei luoghi considerati “Patrimonio dell’umanità" nel 1991) si chiama Ichan Kala ed è circondata da una lunga e possente cinta di mura di fango, lunghe 2,5 km su cui si aprono quattro porte. La più importante è quella occidentale, detta Ota Darvoza. Khiva in effetti non è una semplice città, ma un vero e proprio museo a cielo aperto: ha mantenuto integra la struttura urbanistica originale all'interno delle mura perimetrali, dove si concentrano la
Giorno 9

Volo di rientro in Italia

Sveglia di prima mattina, colazione al sacco e trasferimento privato all’aeroporto internazionale di Urgench per il volo di rientro in Italia, con arrivo previsto nel pomeriggio. Fine del viaggio.   Moschea Juma, Khiva                          2.  Veduta di Bukhara       3. Madrasa Mir-i Arab, Bukhara