MAGICO SENEGAL

SENEGAL | MAGICO SENEGAL

A partire da 3500 €

DURATA
PARTECIPANTI
10 Giorni (8 Notti) Minimo: 8 / Massimo: 14
DATA PARTENZA
LA PARTENZA E'
26 Ottobre 2024
30 Novembre 2024
PREZZI A PARTIRE DA:
Quota base individuale
3500 €
Un autentico viaggio per scoprire le meraviglie di questo paese rilassato. I colori delle donne senegalesi, gli animati mercati, l’incontro con i pescatori, i vecchi forti francesi, le piantagioni, sono alcune delle scena di vita quotidiana che vedremo nel corso del viaggio e che rimarranno come ricordi indelebili. Dakar, la moderna capitale da cui si parte visitando l’isola di Goréè (sito UNESCO) dal passato malinconico; il romantico Lago Rosa; Il viaggio continua verso la cittadina di Saint Louis (sito

Perché Noi

  • un autentico viaggio tra le meraviglie di questo paese rilassato
  • i colori delle donne senegalesi, gli animati mercati, l’incontro con i pescatori, i vecchi forti francesi, le piantagioni
  • Dakar, la moderna capitale e l’isola di Goréè (sito UNESCO)
  • il romantico Lago Rosa - le rosse dune del deserto di Lompul
  • la cittadina di Saint Louis (sito UNESCO), antica capitale dell’Africa Occidentale Francese con la sua architettura coloniale
  • la grande confraternita islamica di Touba
  • il grande Delta del Sinè-Saloum composto da miriadi di isole e canali, in un paesaggio incontaminato fatto di mangrovie, spiagge e isolotti

I nostri Esperti

Day by Day

Giorno 1

Italia-Dakar

Partenza dall’Italia con volo con possibile scalo per Dakar. Arrivo in serata o tarda serata, accoglienza da parte dello staff locale, trasferimento e pernottamento in hotel.Pasti: liberi.   

Giorno 2

Dakar: visita della città e dell'isola di Gorée

Breve visita della città di Dakar, vivace e grande metropoli africana, situata all'estremità meridionale della penisola del Capo Verde, in una pianura che termina con capo Manuel. Colonizzata fin dal XV secolo, prima dai portoghesi che stabilirono l’isola di Gorée la loro roccaforte nella tratta degli schiavi, poi da francesi che ne fecero la “capitale” dell’impero coloniale francese, è oggi una moderna metropoli amministrativa, politica, militare e culturale dell’intero paese, con più di due milioni di abitanti. E’ il centro intellettuale, culturale ed artistico già dai
Giorno 3

il Lago Rosa e i villaggi di pescatori

  Svegliarsi a Gorée prima dell’arrivo della folla e poter passeggiare indisturbati tra i vicoli di questo insediamento storico è un piacere davvero unico. Si riprende quindi il traghetto per Dakar e si prosegue su strada verso il Lago Rosa, noto anche come Lac Retba. Chilometri di emozionante guida sulla spiaggia in 4x4 (a seconda delle maree) ci porteranno a scoprire il più grande villaggio di pescatori del Senegal. Più di 4500 piroghe di legno dipinte arrivano a riva con il pescato del giorno... Sulla spiaggia i pescatori vendono alle donne del mercato locale, poi
Giorno 4

Saint Louis

Saint Louis, conosciuta dai locali come Ndar, è un'affascinante città antica che è stata territorio francese dal 1673 al 1895 e capitale di tutte le colonie francesi dell'Africa occidentale dal 1895 al 1902, quando la capitale fu spostata a Dakar. Dal 1920 al 1957 è stata anche la capitale della vicina colonia della Mauritania.È stata l'ex base dell'operazione pionieristica di posta aerea "Aeropostale" tra Europa, Africa e Sud America. Saint Exupéry, il famoso scrittore e autore de "Il piccolo principe", era uno dei piloti dell'Aeropostale che seguiva questa rotta. Situata su due isole
Giorno 5

Il santuario degli uccelli e le tribù nomadi

Partenza mattutina per dirigerci verso nord e scoprire un isolato ecosistema umido: il Parco di Djoudj, “oasi naturale” composta da centinaia di kmq parzialmente inondati e abitata da oltre un milione di uccelli sia stanziali che migratori, che qui nidificano. Questo “paradiso umido” ai confini del deserto, ha una grande concentrazione di pellicani. Il Santuario nazionale degli uccelli di Djoudj ospita circa 400 specie di uccelli: i più numerosi oltre ai pellicani sono i fenicotteri. Il parco è stato inserito tra i Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO.Secondo pluviometria ed
Giorno 6

La confraternita Touba

L’arrivo di un gruppo di viaggiatori occidentali è un avvenimento inconsueto presso la città santa di Tuba, sacra alla confraternita islamica dei mouridi che ogni anno giungono in pellegrinaggio in centinaia di migliaia. Qui scopriremo il grande senso di ospitalità che caratterizza le confraternite africane. La città sacra è quasi uno “stato nello stato”. Il fondatore fu un Sufi di nome Amhadou Bàmba Mbake. Gli abitanti seguono il movimento dei Muridi che ancora oggi ha un grande impatto sociale ed economico in Senegal.  Durante la loro festa, la città è visitata da milioni
Giorno 7

Delta del Sine Saloum

Trasferimento a Sine Saloum. Il Sine-Saloum è una regione del Senegal situata a nord del Gambia e a sud della Petite Côte. Comprende un'area di 24.000 chilometri quadrati, circa il 12% del Senegal.Scorrendo molto lentamente, questo delta permette all'acqua salata di entrare in profondità nell'entroterra.E’un labirinto di oltre 200 isole coperte di mangrovie e baobab, che costituiscono una rete di numerosi atolli in cui l’acqua salata si miscela con quella dolce. Il Parco Nazionale del Delta del Saloum è stato creato nel 1976 ed è il secondo parco del Senegal dopo
Giorno 8

Delta del Siné-Saloum

La giornata sarà dedicata alla visita del Delta e del suo ecosistema unico fatto di numerose isole incontaminate, in canoa. La visita del Delta ci porterà a conoscere i siti ornitologici ricchi di uccelli di varie provenienze, avremo modo di incontrare gli abitanti di queste isole, i pescatori al lavoro. Visita alle mangrovie e scoperta di molte specie di uccelli nel loro habitat, nonché dei programmi di riforestazione messi in atto per proteggere questa regione.  

Giorno 9

Da Sine - Saloum all'aeroporto di Dakar

Ci fermiamo a Joal-Fadiouth: due villaggi collegati da un ponte. Fadiouth è stato costruito sulle conchiglie marine, utilizzate anche per la costruzione e la decorazione degli edifici. Il cimitero si trova su una delle isole fatte di conchiglie e, sorprendentemente, ha tombe musulmane e cristiane una accanto all'altra.Safari alla Riserva di Bandia, dove si possono incontrare tutti i grandi mammiferi africani in 3.500 ettari di grandi spazi aperti: enormi baobab, cespugli spinosi, liane stravaganti.In serata, trasferimento in aeroporto per il volo di ritorno.Prima colazione e pranzo

Giorno 10

Italia

Arrivo in Italia in mattinata.