L'ANTICA PERSIA

Valle delle Stelle, Qeshm, Iran

L'ANTICA PERSIA

A partire da 2450 €

DURATA
PARTECIPANTI
9 Giorni (8 Notti) Minimo: 10 / Massimo: 14
DATA PARTENZA
LA PARTENZA E'
19 Agosto 2023 In elaborazione
14 Ottobre 2023 In elaborazione
18 Novembre 2023 In elaborazione
PREZZI A PARTIRE DA:
Quota base individuale
2450 €
La Persia è una terra dove si sono succedute continuamente civiltà diverse, lasciando ciascuna importanti testimonianze di inestimabile valore. Un paese con una storia antichissima: dall’avvento degli Ariani all’impero Achemenide, dall’invasione di Alessandro Magno e i Seleucidi, ai Parti e poi i Sasanidi, quindi i Califfi islamici poi i Selgiucidi e i Safavidi fino alla dinastia Pahlavi dell’ultimo Scià di Persia. Teheran e i suoi interessanti musei. Il villaggio tradizionale di Abyaneh, con le case d’argilla. Isfahan (Patrimonio

Perché Noi

  • i musei di Teheran
  • il villaggio di Abyaneh
  • Isfahan e le moschee dalle cupole turchesi
  • i vicoli della vecchia Yazd, ai margini del deserto
  • la tomba di Ciro a Pasargade
  • Persepoli, uno dei siti più grandiosi al mondo
  • la raffinata Shiraz

I nostri Esperti

Day by Day

Giorno 1

Partenza con volo da Milano/Roma per Teheran

Partenza dall’Italia nel primo pomeriggio con voli di linea Turkish Airlines via Istanbul per Teheran. Arrivo in Iran dopo la mezzanotte, disbrigo delle formalità d’ingresso, accoglienza da parte dell’organizzazione locale, trasferimento in hotel e pernottamento.

Giorno 2

Il cuore dell'Iran attuale e i suoi raffinati musei

Visita di Teheran, capitale dell’Iran dal 1795. Il suo aspetto è poco orientale e ciò è dovuto al fatto che la città è relativamente giovane in contrapposizione ad un impero dalle tradizioni così antiche. La città si è trasformata in pochi decenni da grosso villaggio in città moderna, sede dei migliori musei del Paese: il Museo Nazionale dell’Iran, che preserva il vasto patrimonio artistico e culturale dell’antica Persia; il Museo del Tappeto, che mostra più di 100 esemplari di vari stili e epoche provenienti da tutto l’Iran; il Museo dei Gioielli (aperto da sabato a
Giorno 3

I giardini e le case tradizionali di Kashan, Abyaneh isolata tra le montagne

Partenza verso sud per Isfahan (circa 520 km). Lungo il percorso sosta nell’antica città di Kashan, un importante centro commerciale dell’epoca qagiara, con moschee, giardini e case tradizionali, che sorge in un’oasi ai margini del deserto del Dasht-e-Kavir. Visita della splendida casa tradizionale del mercante Borujerdi e del Giardino di Fin, realizzato per lo scià Abbas I, uno dei più bei giardini di tutto l’Iran. Pranzo in ristorante. Si continua per il villaggio di Abyaneh situato in una pittoresca vallata ai piedi del Monte Karkas (3.900 m). Vicoli ripidi e tortuosi si snodano
Giorno 4 - 5

La raffinata Isfahan, capitale culturale del mondo islamico

Con le sue cupole turchesi, i suoi giardini e i suoi bazar, Isfahan evoca nel viaggiatore più di ogni altra città iraniana i miti dell’antica Persia. Rober Byron scrisse: “Isfahan è uno di quei rari luoghi, come Atene o Roma, in cui l’umanità trova comune sollievo”. Si sa poco della storia antica di Isfahan, i mongoli distrussero gran parte dei vecchi edifici costruiti prima che la città conquistasse il titolo di capitale imperiale nel XVI secolo, durante il regno del glorioso scià safavide Abbas I, quando veniva chiamata “la metà del mondo”. Su un lato della magnifica
Giorno 6

Yazd, città zoroastriana al limite del deserto

Partenza verso est per Yazd (circa 310 km). Lungo il percorso sosta nell’antica città di Na’in per la visita della Moschea del Venerdì. Questa singolare moschea, straordinariamente ben conservata, non ha iwan e presenta un pregevole mihrab e un uso innovativo della decorazione a stucco. Si prosegue verso sud per Yazd, l’antica Khatah, situata a 1.200 metri di altitudine fra i deserti. Uno dei più prestigiosi centri zoroastriani sin dall’epoca sasanide. Dopo la conquista da parte degli Arabi nel 642, Yazd divenne un’importante tappa delle vie carovaniere. Il fascino di Yazd è
Giorno 7

Pasargade, capitale del regno di Ciro il Grande

Partenza per Shiraz (circa 450 km). Lungo il percorso sosta a Pasargade, la capitale del regno di Ciro il Grande. La visita alla tomba di Ciro è estremamente interessante, soprattutto per la sua originalità: una struttura megalitica, con tetto a spiovente, che si eleva su un basamento a gradoni. La visione di questo monumento incute un senso di profonda reverenza, la tomba, maestosa nella sua semplice essenzialità, si trova isolata e abbandonata nel mezzo di una vasta pianura. Pranzo in ristorante locale. Si continua per Shiraz, una città raffinata, dove vissero, tra il XIII e il XIV
Giorno 8

L'imponente Persepoli, meraviglia del mondo antico e la necropoli reale di Naqsh-e-Rostam, scavata nel fianco della montagna

Dopo la prima colazione partenza per la vicina Persepoli, la capitale spirituale di Dario il Grande. Fondata nel 512 a.C., Persepoli, Patrimonio dell’Umanità UNESCO, rappresenta uno dei più imponenti complessi di antiche rovine esistenti al mondo. Un’amplissima scalinata dava l’accesso all’unica porta della città. I principi e i governatori che venivano a rendere omaggio al re dei re, oltrepassati i tori alati androcefali in pietra che, secondo lo stile assiro, proteggevano la porta, si trovavano di fronte a un’immensa spianata sulla quale si innalzavano, orientate verso sud, due
Giorno 9

Volo di rientro in Italia

Arrivo in Italia in mattinata e fine del viaggio.