GEYSER, DESERTI E LAGUNE FAVOLOSE

Deserto di Atacama, Cile

GEYSER, DESERTI E LAGUNE FAVOLOSE

A partire da 3700 €

DURATA
PARTECIPANTI
12 Giorni (9 Notti) Minimo: 8 / Massimo: 14
DATA PARTENZA
LA PARTENZA E'
29 Dicembre 2022 Garantita
PREZZI A PARTIRE DA:
Quota base individuale
3700 €
Pablo Neruda si riferiva affettuosamente alla sua terra natale come al “Paese sottile”, lunga striscia di terra stretta fra Ande e Pacifico. Il viaggio si sviluppa nell’estremo Nord del Cile, la zona annessa alla fine del secolo scorso quando il Cile sconfisse la Confederazione Perù-Bolivia nella guerra del Pacifico. Visita della vivace capitale Santiago; poi in volo a Calama proseguendo via terra verso l’arido deserto di Atacama, le remote lagune Misquanti e Miniques, la Valle della Luna e l’area geotermica di El Tatio, famosa per i numerosi geyser che

Perché Noi

  • un nostro Esperto dall'Italia
  • visita da Arica alla valle di Azapa, che custodisce le mummie del popolo Chinchorro, risalenti a circa 6-7000 anni fa
  • la possibilità di aggiungere un estensione all'Isola di Pasqua a fine Tour su base individuale

I nostri Esperti

Day by Day

Giorno 1

Italia - Santiago del Cile

Partenza dall’Italia con voli di linea per Santiago del Cile via scalo europeo. 

Giorno 2

Arrivo a Santiago del Cile

Arrivo al mattino a Santiago del Cile. Accoglienza da parte dell’organizzazione locale e  visita della capitale cilena, fondata nel 1541 dal conquistatore spagnolo Pedro de Valdivia, che prevede la Cattedrale e il Palacio   de   la   Moneda, progettati  dall’architetto  italiano Gioacchino Toesca fatto venire appositamente dall’Italia; il Cerro  Santa  Lucia, la collina su cui si accamparono i conquistadores giunti da Cuzco e da cui ebbe inizio la fondazione  della  città; il Cerro  San  Cristóbal, l’area
Giorno 3

Santiago - Calama - San Pedro de Atacama - Valle della Luna

Al mattino trasferimento in aeroporto e volo per Calama, città mineraria nel deserto di Atacama. Accoglienza all’arrivo e con veicolo privato si attraversa l’arido deserto, fino ad arrivare all’oasi di San Pedro de Atacama (2.428 m.s.l.m.). Sistemazione in un confortevole hotel 4*, realizzato con materiali naturali.Nel pomeriggio, con l’autista/guida parlante spagnolo, si effettua l’escursione alla Valle della Luna, dove gli agenti atmosferici hanno modellato il territorio in forme policrome e bizzarre. Attesa del tramonto e della magia delle sue luci sul deserto di
Giorno 4

San Pedro - Salar de Atacama - lagune di Miscanti e Miniques - villaggi di Socaire e Toconao - Pukara de Quitor - Tulor - San Pedro

Prima colazione in hotel e partenza di buon mattino (verso le 7) per l’escursione al Salar de Atacama, una immensa distesa di sale di rara bellezza che si estende su una superficie di circa 300.000 ettari, per una larghezza di circa 100 km. All’interno del Salar si trova la laguna Chaxa, habitat ideale per i fenicotteri rosa.Si prosegue poi per le lagune di Miñiques e Miscanti che si trovano all’interno della ‘Reserva Nacional de los Flamencos’ a circa 4.300 m., due piccoli laghi splendenti coronati da vulcani e alimentati da fiumi sotterranei. Il colore blu cobalto delle acque
Giorno 5

San Pedro - Geyser del Tatio - le costellazioni australi

Partenza prima dell’alba (verso le 4 del mattino) per i Geyser del Tatio, ambiente dalla bellezza surreale a 4.300 mt di altitudine: geyser, fumarole e piscine naturali di acqua calda bordate da residui salini colorati. E’ proprio il mattino presto, con la prima luce, il momento migliore per osservare, nell’azzurra limpidezza dell’altopiano, i fenomeni dovuti all’intensa attività vulcanica sotterranea, prima che i venti mattutini disperdano il vapore delle fumarole. Prima colazione all’uscita dell’aerea protetta e possibilità di fare un bagno termale nella piscina naturale
Giorno 6

San Pedro - Riserva Nazionale di Tamarugal - Geoglifi di Pintados - i villaggi fantasma di Humberstone e Santa Laura - Iquique

Partenza verso nord in direzione di Iquique. Si entra nella Riserva Nazionale Pampa del Tamarugal, in cui si cerca di rimboschire e far ricrescere l’albero Tamarugo, l’unico che vive nel deserto grazie alle profonde radici che penetrano nel terreno fino a incontrare l’acqua nelle profonde falde sotterranee. Sosta ai Geoglifi di Pintados, più di 400 “disegni” rappresentanti figure umane, animali, uccelli e forme astratte, realizzate sui declivi delle colline. Si prosegue per i villaggi fantasma di Humberstone e Santa Laura, dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Nel
Giorno 7

Iquique - Gigante di Atacama - Parco Nazionale Isluga - Cariquima

Prima colazione e visita di Iquique: il Casino Español in stile moresco (visita solo esterna), la Plaza Prat con la Torre del Reloj (torre dell’orologio) e il Teatro Municipale, palazzo neoclassico del 1890. Una piacevole camminata per la Calle Baquedano, caratterizzata da molti edifici in stile “Revival Greek” costruiti durante l’epoca della fiorente industria del salnitro, fino alla vecchia Estaciòn del Ferrocarril (stazione ferroviaria). Visita dell’interessante mostra archeologica al Museo Regional e del Palazzo Astoresca (visita solo esterna), costruito nel 1904, oggi centro
Giorno 8

Cariquima - Salar de Surire - terme di Polloquere - vulcano Guallatire - Putre

Partenza al mattino per la conca del Salar de Surire, contornata da montagne color rosso e ocra e sovrastata da un cielo blu cobalto. La bianca distesa di sale è circondata da lagune color turchese dove vivono serenamente centinaia di fenicotteri rosa. L’insieme del paesaggio lascia senza fiato. Nella lingua aymarà il termine “surire” significa struzzo, è infatti possibile incontrare branchi di nandù selvatici (simili agli struzzi), oltre a stormi di fenicotteri rosa tra cui la rarissima specie del fenicottero di James. Lungo il tragitto si effettua una sosta alle terme di
Giorno 9

Putre - Parco Nazionale di Lauca - Lago Chungarà - Parinacota - Valle di Lluta - Arica

Partenza verso il Parco Nazionale di Lauca. Quest’area, che si estende per circa 140.000 ettari ed è situata in una fascia di altitudine compresa tra i 3.000 e i 6.300 mt, è stata dichiarata Riserva Mondiale della Biosfera. Qui vivono allo stato selvatico molte specie animali tra cui più di 150 specie di uccelli. Si giunge al lago Chungarà, che coi suoi 4.500 metri di quota è uno dei laghi più alti del mondo. Esso si alimenta con le nevi disciolte del vulcano Parinacota, il cui cono perfetto, con la sua cima di 6.350 metri perennemente incappucciata dai ghiacciai, domina maestoso e
Giorno 10

Arica - Valle di Azapa - Santiago del Cile

Città dell’eterna primavera, Arica è situata all’estremo nord del Cile nei pressi della frontiera con il Perù. E’ una cittadina portuale sull’Oceano Pacifico la cui storia è legata al commercio dell’argento boliviano proveniente dalle miniere di Potosì. Al mattino escursione ai siti archeologici della Valle di Azapa: il Cerro Sagrado, la Fortezza di San Lorenzo con i tumuli funerari e il Museo Archeologico di San Miguel, dove sono conservate le mummie del popolo Chinchorro, le più antiche del mondo risalenti a circa 6-7000 anni fa. A pranzo non mancherà una esperienza
Giorno 11

Santiago del Cile - partenza per l'Italia

In tarda mattinata trasferimento a piedi all’aeroporto in tempo per il volo di rientro in l’Italia con pernottamento a bordo. Pasti: colazione in hotel, pranzo e cena liberi o a bordo. 

Giorno 12

Arrivo in Italia

Arrivo previsto in mattinata.